Lavoretti per bambini: Le alternative al pallone

BambinoGenitore
Condividi

Andiamo al parco, prendi il pallone!”.
Quanti di noi ci siamo sentiti dire dai nostri genitori o abbiamo detto ai nostri figli, questa frase, almeno una volta nella vita? 

Sì, perché il tempo libero dei nostri bambini è spesso e volentieri accompagnato dalla celebre sfera.
Che sia un prato, la sabbia o il cemento, il pallone si presta ad interagire con tutti, senza distinzione di sesso o d’età. 

Purtroppo però, a causa del distanziamento sociale imposto dall’emergenza Coronavirus, giocare a calcio all’aria aperta, al momento, non è possibile.
(Leggi qui il nostro articolo “Come affrontare i giorni di quarantena con i bambini”)

Come organizzarsi, allora, per non rinunciare a questa nostra passione? Semplice, ricrearla stando a casa! 

In questo articolo vi spiegherò come costruire un pallone (che non distrugga naturalmente le porcellane della nonna!) e un Subbuteo fai da te utilizzando materiale di riciclo, materiale che tutti noi abbiamo nelle nostre abitazioni e, perciò, facile da reperire.
In questo modo non solo daremo nuova vita a dei vecchi oggetti, ma potremmo continuare a giocare a pallone con i nostri figli investendo nel tempo positivo.
Cominciamo!

continua a leggere
Condividi

5 consigli per affrontare i giorni di quarantena con i bambini

Educational
Condividi

In un periodo particolare come quello che stiamo vivendo, noi di Piccoli Calciatori abbiamo pensato di starvi ancora più vicino.

Inauguriamo con questo articolo una nuova rubrica curata da PICCOLI CALCIATORI EDUCATIONAL dove troverete tantissimi consigli su come gestire le giornate dei nostri “piccoli calciatori disoccupati”.
Si tratta di consigli utili anche per i più grandi e per chiunque senta la mancanza della routine quotidiana fatta di sport, scuola, amici e tutto ciò di cui è composta abitualmente la giornata  di bambini e ragazzi.

continua a leggere
Condividi

La Formazione 2.0

Formatore
Condividi

Qualunque sia il tuo mestiere, devi restare al passo con i tempi ed aggiornarti continuamente.
Nuovi macchinari, nuovi mercati, nuovi metodi di lavoro costringono qualsiasi persona coinvolta nel mondo del lavoro ad imparare cose nuove.

Lo stesso discorso vale per chi “lavora” in una scuola calcio.

Il termine “lavora” è volutamente messo tra virgolette.
Per ovvi motivi il Formatore di scuola calcio non può essere paragonato agli altri mestieri.
Questo a causa dello scarso compenso ricevuto (quando va bene) e dalla volontà di percorrere questa strada guidati esclusivamente dalla nostra passione.

Ma prova a chiedere ai tuoi bambini se sanno che mestiere fai.
Risponderanno “L’Allenatore!

Ciò che fai per loro, l’enorme responsabilità che hai nei confronti di questi bambini, ci permette di dire che essere Formatore è un “lavoro” (sempre tra virgolette).

Quindi, che tu sia un operaio, un impiegato o un imprenditore, devi restare aggiornato e formarti anche in qualità di Formatore.

Ma come fare?

continua a leggere
Condividi

Le Life Skills nella Scuola Calcio

BambinoPsicologia e Comunicazione
Condividi

Il Formatore di scuola calcio, come abbiamo già ripetuto in altri articoli, non deve possedere solo competenze tecnico-tattiche.
Per svolgere al meglio il proprio lavoro necessita di ampliare i propri orizzonti, acquisire competenze comunicative, psicopedagogiche e non solo.

Tra queste rientra sicuramente la consapevolezza dell’importanza dello sviluppo delle Life Skills nei bambini.

Ma cosa sono le Life Skills?
Cosa c’entrano con la scuola calcio?
Come possiamo svilupparle?

Continua a leggere
Condividi

La seduta di allenamento: Struttura a fasi

AllenamentoMetodologie d'allenamento
Condividi

La seduta di allenamento, anche all’interno di una scuola calcio, è composta da un contenuto ed una forma.

Un buon Formatore deve essere capace di proporre contenuti adeguati all’età ed alle capacità dei propri bambini, rispettando quindi le loro fasi di crescita (leggi articolo), in modo da esprimerne il loro massimo potenziale.

Oltre al contenuto, è importante per un buon Formatore, individuare in che modo strutturare il proprio allenamento.
Questo passaggio può sembrare banale e trascurabile, ma ogni gruppo potrebbe sentirsi a proprio agio con un certo tipo di struttura, così come ogni Formatore potrebbe riuscire a dare il meglio di se con un’altra.

Quindi non esistono strutture di allenamento giuste o sbagliate, ma adatte o non adatte a noi (che dobbiamo sempre dare il 110%) e al nostro gruppo.

Tra le diverse strutture esistenti, in questo articolo parleremo della STRUTTURA A FASI.

Continua a leggere
Condividi
  • 1
  • 2
  • 7

Seguici su Facebook